×

Error message

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in sofistar_project_html_tags() (line 265 of /var/www/vhosts/basergamozzetti.ch/httpdocs/sites/all/modules/sofistar_project/sofistar_project.module).
Nuovo centro regionale dei servizi
Roveredo, 2000
Relazione architettonica (it) Inserimento urbanistico Il nuovo edificio si pone come limite della parcella e diventa elemento di riferimento territoriale: in relazione al centro del paese al quale è collegato con un percorso alberato, e alle vie di comunicazione regionali come l'autostrada e la strada cantonale. Il preservare lo spazio, costruendone il limite, offre al comune notevole libertà e generosità per un futuro sviluppo edificatorio sul sedime. Scelte architettoniche L'edificio è formato da un involucro translucido sospeso su uno zoccolo massiccio. Lo zoccolo contiene le autorimesse e sottolinea il carattere pubblico della struttura, fungendo d'accesso e da terrazza esterna. Nel volume soprastante sono organizzati gli spazi lavorativi. Gli intenti principali nella scelta tipologica sono la massima flessibilità ed uno spazio di circolazione generoso adeguato alla natura pubblica del centro regionale. Scelte costruttive Lo zoccolo è concepito in calcestruzzo scuro coibentato all'interno. L'involucro di vetro possiede una facciata doppia in vetro con un'adeguata protezione solare nell'intercapedine. Questa soluzione, grazie alle caratteristiche odierne dei vetri comunemente usati, offre dal profilo energetico una soluzione interessante: perdite termiche attraverso i vetri ridotte grazie ai guadagni solari, possibilità di eseguire un abbassamento notturno importante delle temperature, minor fabbisogno di energia elettrica per l'illumninazione artificiale, fabbisogno limitato di potenza raffreddante in estate grazie alla protezione solare.
{"1":"width = auto; height = 148px;","2":"width = auto; height = 148px;","3":"width = auto; height = 148px;","4":"width = auto; height = 148px;","5":"width = 220px; height = auto;","9":"width = auto; height = 148px;","10":"width = auto; height = 148px;","12":"width = auto; height = 148px;","13":"width = auto; height = 148px;","15":"width = auto; height = 148px;","20":"width = auto; height = 148px;","22":"width = auto; height = 148px;","24":"width = auto; height = 148px;","25":"width = auto; height = 148px;"}
Roveredo
2000
Relazione architettonica (it) Inserimento urbanistico Il nuovo edificio si pone come limite della parcella e diventa elemento di riferimento territoriale: in relazione al centro del paese al quale è collegato con un percorso alberato, e alle vie di comunicazione regionali come l'autostrada e la strada cantonale. Il preservare lo spazio, costruendone il limite, offre al comune notevole libertà e generosità per un futuro sviluppo edificatorio sul sedime. Scelte architettoniche L'edificio è formato da un involucro translucido sospeso su uno zoccolo massiccio. Lo zoccolo contiene le autorimesse e sottolinea il carattere pubblico della struttura, fungendo d'accesso e da terrazza esterna. Nel volume soprastante sono organizzati gli spazi lavorativi. Gli intenti principali nella scelta tipologica sono la massima flessibilità ed uno spazio di circolazione generoso adeguato alla natura pubblica del centro regionale. Scelte costruttive Lo zoccolo è concepito in calcestruzzo scuro coibentato all'interno. L'involucro di vetro possiede una facciata doppia in vetro con un'adeguata protezione solare nell'intercapedine. Questa soluzione, grazie alle caratteristiche odierne dei vetri comunemente usati, offre dal profilo energetico una soluzione interessante: perdite termiche attraverso i vetri ridotte grazie ai guadagni solari, possibilità di eseguire un abbassamento notturno importante delle temperature, minor fabbisogno di energia elettrica per l'illumninazione artificiale, fabbisogno limitato di potenza raffreddante in estate grazie alla protezione solare.
Comune di Roveredo
Numero progetto: 
31
Render/modello: