Casa Pico
Lugano, 2006 - 2013
Il mappale in oggetto è situato al margine del piano di Cassarate, ai piedi della zona collinare. A ovest è delimitato dalla via Pico che topograficamente denota il passaggio tra l'urbanità del piano e la natura più paesaggistica della collina. A est la via delle Scuole offre una stretta relazione con il sistema di strade cittadine. Una servitù di distanza e la particolare geometria impediscono però l'allineamento stradale. Per questo fatto e per la prossimità al parco adiacente, prediligiamo la scelta di un volume autonomo, libero da allineamenti, caratterizzato dall'accentuata verticalità e dalla pianta libera. Il volume sollevato dal suolo permette la creazione di un giardino urbano, amplia il parco esistente e collega le due strade. Relazione architettonica Al piano seminterrato sono organizzati degli spazi per uffici. Ai primi due piani sono previsti due appartamenti al piano. Questa condizione ha condotto ad una pianta suddivisa in due nuclei che sì è ritenuta opportuna anche ai livelli superiori con un appartamento per piano caratterizzato dalla suddivisione in giorno e notte. La separazione in due parti della pianta, accentuata dal patio, è stata tematizzata strutturalmente con due elementi portanti in differenti direzioni. La copertura è organizzata come tetto giardino comune.
{"1":"width = auto; height = 148px;","2":"width = auto; height = 148px;","3":"width = auto; height = 148px;","4":"width = auto; height = 148px;","5":"width = 220px; height = auto;","9":"width = auto; height = 148px;","10":"width = auto; height = 148px;","12":"width = auto; height = 148px;","13":"width = auto; height = 148px;","15":"width = auto; height = 148px;","20":"width = auto; height = 148px;","22":"width = auto; height = 148px;","24":"width = auto; height = 148px;","25":"width = auto; height = 148px;"}
Lugano
2006 - 2013
Il mappale in oggetto è situato al margine del piano di Cassarate, ai piedi della zona collinare. A ovest è delimitato dalla via Pico che topograficamente denota il passaggio tra l'urbanità del piano e la natura più paesaggistica della collina. A est la via delle Scuole offre una stretta relazione con il sistema di strade cittadine. Una servitù di distanza e la particolare geometria impediscono però l'allineamento stradale. Per questo fatto e per la prossimità al parco adiacente, prediligiamo la scelta di un volume autonomo, libero da allineamenti, caratterizzato dall'accentuata verticalità e dalla pianta libera. Il volume sollevato dal suolo permette la creazione di un giardino urbano, amplia il parco esistente e collega le due strade. Relazione architettonica Al piano seminterrato sono organizzati degli spazi per uffici. Ai primi due piani sono previsti due appartamenti al piano. Questa condizione ha condotto ad una pianta suddivisa in due nuclei che sì è ritenuta opportuna anche ai livelli superiori con un appartamento per piano caratterizzato dalla suddivisione in giorno e notte. La separazione in due parti della pianta, accentuata dal patio, è stata tematizzata strutturalmente con due elementi portanti in differenti direzioni. La copertura è organizzata come tetto giardino comune.
Luigi Pedrazzini
arch. Angelo Bucci e ing. Pedrazzini Guidotti sagl
Render/modello: