Atelier Pedro Pedrazzini
Lavertezzo Piano, 2000 - 2001
Il progetto si trova nel comune di Lavertezzo piano in zona Cazzana. La parcella, collegata alla strada cantonale e situata al limite di una zona boschiva, si caratterizza topograficamente come una valletta sotto la quota stradale. Sulla parcella si trova l’attuale atelier dello scultore Pedro Pedrazzini, costituito da un edificio principale e da un annesso. Mentre il primo verra' mantenuto, e' prevista la demolizione del secondo Il nuovo edificio esplichera' la funzione di atelier, mentre l’edificio esistente subira' semplici interventi di manutenzione ed accogliera' gli spazi espositivi al piano terreno ed un atelier di pittura al piano superiore. La nuova volumetria si compone di un corpo servizi e di uno spazio atelier: Il primo, organizzato su un unico piano, comprende il locale tecnico, l’atrio, i servizi ed il locale cesellatura; il secondo e' formato da un unico spazio adibito ad atelier di scultura. Il corpo servizi ha una copertura praticabile ed e' costruito con murature e solette di cemento armato. L’atelier ha una struttura portante in legno rivestita con pannelli prefabbricati di legno. Addossato al lato sud dell’atelier e' previsto un deposito con struttura e rivestimento in legno. L’articolazione della nuova volumetria persegue la volonta' di caratterizzare lo spazio esterno non solo come luogo di lavoro ma anche come spazio espositivo. Nascono di conseguenza momenti differenziati che permettono all’artista di conciliare la propria attivita' creativa con gli aspetti piu' pubblici della stessa. Il vecchio atelier, a ridosso della Strada Cantonale, diventera' in quanto esposizione permanente luogo eminentemente pubblico. La corte e la terrazza sul corpo dei servizi potranno esser utilizzati come esposizione esterna, mentre lo spazio atelier e il lato sud orientato verso il bosco offriranno la protezione necessaria per il lavoro dell’artista. La grande apertura verso nord dell’atelier risponde all’esigenza di avere una luce assolutamente regolare e diffusa. Il portone a tutt’altezza verso il piazzale esterno permette, con l’aiuto di una gru mobile, il trasporto di pesanti sculture. Per quanto concerne i materiali e' nostra volonta' lasciare le superfici a vista allo stato grezzo senza particolari trattamenti o rivestimenti.
{"1":"width = auto; height = 148px;","2":"width = auto; height = 148px;","3":"width = auto; height = 148px;","4":"width = auto; height = 148px;","5":"width = 220px; height = auto;","9":"width = auto; height = 148px;","10":"width = auto; height = 148px;","12":"width = auto; height = 148px;","13":"width = auto; height = 148px;","15":"width = auto; height = 148px;","20":"width = auto; height = 148px;","22":"width = auto; height = 148px;","24":"width = auto; height = 148px;","25":"width = auto; height = 148px;"}
Lavertezzo Piano
2000 - 2001
Il progetto si trova nel comune di Lavertezzo piano in zona Cazzana. La parcella, collegata alla strada cantonale e situata al limite di una zona boschiva, si caratterizza topograficamente come una valletta sotto la quota stradale. Sulla parcella si trova l’attuale atelier dello scultore Pedro Pedrazzini, costituito da un edificio principale e da un annesso. Mentre il primo verra' mantenuto, e' prevista la demolizione del secondo Il nuovo edificio esplichera' la funzione di atelier, mentre l’edificio esistente subira' semplici interventi di manutenzione ed accogliera' gli spazi espositivi al piano terreno ed un atelier di pittura al piano superiore. La nuova volumetria si compone di un corpo servizi e di uno spazio atelier: Il primo, organizzato su un unico piano, comprende il locale tecnico, l’atrio, i servizi ed il locale cesellatura; il secondo e' formato da un unico spazio adibito ad atelier di scultura. Il corpo servizi ha una copertura praticabile ed e' costruito con murature e solette di cemento armato. L’atelier ha una struttura portante in legno rivestita con pannelli prefabbricati di legno. Addossato al lato sud dell’atelier e' previsto un deposito con struttura e rivestimento in legno. L’articolazione della nuova volumetria persegue la volonta' di caratterizzare lo spazio esterno non solo come luogo di lavoro ma anche come spazio espositivo. Nascono di conseguenza momenti differenziati che permettono all’artista di conciliare la propria attivita' creativa con gli aspetti piu' pubblici della stessa. Il vecchio atelier, a ridosso della Strada Cantonale, diventera' in quanto esposizione permanente luogo eminentemente pubblico. La corte e la terrazza sul corpo dei servizi potranno esser utilizzati come esposizione esterna, mentre lo spazio atelier e il lato sud orientato verso il bosco offriranno la protezione necessaria per il lavoro dell’artista. La grande apertura verso nord dell’atelier risponde all’esigenza di avere una luce assolutamente regolare e diffusa. Il portone a tutt’altezza verso il piazzale esterno permette, con l’aiuto di una gru mobile, il trasporto di pesanti sculture. Per quanto concerne i materiali e' nostra volonta' lasciare le superfici a vista allo stato grezzo senza particolari trattamenti o rivestimenti.
Pedro Pedrazzini
Numero progetto: 
25
Render/modello: